fbpx
Scarpe Capasso

Il mocassino non ha lacci e si presta a essere fatto in vari tipi di pellami morbidi e con suola flessibile, solitamente senza tacco, o tuttalpiù, con un tacchetto basso. In base al pellame si trasforma da sportivo ad elegante ed è una delle scarpe più comode, molto in voga in estate. Non si sa con precisione la sua origine, pare essere un'invenzione degli indiani d'America. Secondo qualcun altro gli arabi ce li hanno tramandati. Esistono diversi modelli di mocassino: il College, per esempio, realizzato in pelle, è chiamato così perché indossato da studenti americani nelle loro uscite informali. Questi modelli sono stati resi celebri da uno dei ballerini più famosi del '900: Fred Astaire, che ne fu testimonial, altrimenti queste splendide calzature sarebbero rimaste, come spesso accade, relegate a scarpe domestiche.

Il mocassino visto da vicino

La cucitura a guardolo impreziosisce la scarpa attraverso un inserto in pelle cucito tra tomaia e sottopiede, e poi alla suola. Altre volte la cucitura è a guardolo rovesciato, metodo con cui il calzolaio risvolta il pellame affinché assolva tale funzione.
Un tempo il Penny loafer vedeva simpaticamente inserita una monetina nella fessura anteriore, quella a forma di diamante, o di labbra, della scarpa, mentre il Tassel loafer è il mocassino con i due laccetti in pelle annodati, che abbelliscono la parte superiore, ed è possibile anche, come nelle Oxford, trovare il modello "kilty". In tale modello troviamo un inserto in pelle a forma di kilt. Per non passare inosservati, ma sempre con stile.

Con questo articolo abbiamo terminato la carrellata sulle più conosciute scare da uomo. Speriamo ti siano piaciuti anche gli articoli sulle scarpe classiche, sui Chelsea boots o sui Monk straps. Corri a leggerli!

Seguici!

Segui il nostro blog per sapere di più sul mondo delle scarpe e seguici sui social: il nostro canale Youtube, la nostra pagina ed il nostro gruppo su Facebook, il nostro profilo Instagram

Oxford e Derby

Restiamo in Inghilterra, in un certo qual modo, per parlare di un altro tipo di scarpa classica, la stringata/con lacci: la scarpa stringata, o con lacci, è forse il modello che nell'ideale collettivo rappresenta più di tutte la calzatura. Le scarpe stringate si distinguono in due tipologie: Oxford e Derby. Esse si differenziano per la diversa cucitura tra gambetto e mascherina… non sai ancora cosa siano gambetto e mascherina? Corri a leggere l'articolo su come è fatta una scarpa. Per semplicità, sono la parte posteriore ed anteriore della calzatura chiusa. Nella Oxford la mascherina si sovrappone al gambetto, nella derby avviene il contrario, è il gambetto che viene cucito sovrapponendolo alla mascherina. L'aspetto estetico muta, ed anche la calzata, rendendo la Oxford calzabile anche senza stringhe, per un look più disinvolto. Questa calzata non stringata può avvenire grazie al fatto che le Oxford hanno una particolare realizzazione: gli alloggiamenti dei lacci sono la continuazione della mascherina stessa, che, essendo sovrapposta al gambetto, rende la calzatura più chiusa e ferma al piede, così chiusa da formare una sottile V tra le due metà destra e sinistra degli alloggiamenti delle stringhe.

Scarpe classiche da uomo: uguali, ma non troppo...

Conoscere la distinzione tra le scarpe Derby e Oxford significa riconoscere le scarpe classiche da uomo grazie alla loro forma costruttiva. Sostanzialmente questa del paragrafo precedente è una delle due maggiori differenze tra le due tipologie, Oxford e Derby, ed esistono molti sottotipi di Oxford, a seconda della presenza o meno, e quindi della forma, del puntale anteriore, che può essere a nido di rondine, a forma di U oppure tagliato dritto, delle decorazioni, o dell'apposizione di un inserto abbellitivo nella zona mediana della mascherina, oppure, ed è un modello elegantissimo, il taglio intero: la scarpa è realizzata da un solo pellame, con un'unica cucitura, nella parte posteriore.
Il tacco nelle Oxford è basso, più alto nelle Derby, e la caviglia è tutta scoperta in entrambi i modelli. La Derby è più aperta e di aspetto è informale: nell'infilare le stringhe si apre a forma di H, lasciando intravedere quasi tutta la linguetta.

Osserva la collezione di scarpe in Edizione Limitata ma se vuoi Creare Realmente le tue scarpe vai a Scarpe Personalizzate , tieniti sempre aggiornato seguendo il nostro canale Youtube, la nostra pagina ed il nostro gruppo su Facebook ed il nostro profilo Instagram

Se hai bisogno di aiuto puoi contattarci in ogni momento tramite:

Whatsapp: +39 347 700 5302

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

i tempi di risposta dal lunedi al sabato sono massimo 10 minuti

Chelsea boot

Oggi vi presentiamo gli stivali da uomo, dato che la scorsa volta abbiamo introdotto il mondo delle scarpe da uomo con un articolo dedicato alla conoscenza basilare dei modelli di scarpe da uomo. Questa volta invece iniziamo a descrivere nello specifico un tipo di modello preciso, scendendo per quanto possibile nel dettaglio, pur senza dilungarci troppo nella descrizione tecnica della scarpa.

scarpa monk strap

Ben ritrovati! All'appuntamento con i suggerimenti di stile per le scarpe da uomo oggi parliamo delle Monk straps.

Per riconoscere scarpe da uomo non possiamo tralasciare questo diffusissimo modello. Le monk straps non hanno i lacci ma si chiudono grazie alla caratteristica ghetta con uno o più ganci o fibbie, cucita sopra la tomaia. Questa configurazione spezza un po' il tono austero delle scarpe Oxford, nonostante la forma della tomaia sia a quelle riconducibile, così come anche le particolari rifiniture. La monk strap è una via di mezzo tra le scarpe stringate ed i mocassini, ha la forma come le prime, ma non ha lacci, come i secondi. Dal punto di vista dell'impatto estetico, invece, si pone tra Oxford e Derby, essendo comunque un modello, pur leggermente, formale, sicuramente non quanto le Oxford.

Moda 2019: con cosa abbino le Monk straps?

Con cosa abbinare un bel paio di Monk straps? La scelta, ovviamente, dipende dal colore, ma cosa pensate di un must per l'uomo elegante: un bel dolcevita, un cappotto o trench color cammello intonato al pellame, ed un jeans scuro in tessuto denim? O avete per caso in armadio un Blazer doppio petto? Sì, quella giacca tanto amata dall'Avvocato Agnelli! Lui la indossava con i mocassini, in verità... Non ti piace?

Ho capito, sei più un tipo da colori accesi. Quest'anno sono alla moda, del resto: Maisons come Dior Homme e Versace li hanno proposti sul catwalk. Le tonalità del 2019 spaziano dal verde smeraldo al corallo, dal celeste pastello al blu elettrico. La parola d'ordine è slim fit. Il suggerimento è una giacca a due bottoni, con il secondo slacciato.

A proposito di scarpe da uomo: abbiamo discusso degli stivaletti Chelsea, la scorsa settimana, non vi sarete mica persi l'articolo?

Scegli le tue monk straps in Edizione Limitata e visita le nostre pagine social: il nostro canale Youtube, la nostra pagina ed il nostro gruppo su Facebook, ed il nostro profilo Instagram

I modelli di scarpe hanno molti nomi diversi, riconoscere scarpe da uomo forse è per fini esteti, ho detto forse…

 

Feed

feed-image
 
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok